LE RISORSE DIDATTICHE DI MAESTRA MARINA

Archive for Disegni da colorare

HALLOWEEN 2009

ECCO COSA POTRETE TROVARE SU

http://funschool.kaboose.com/fun-blaster/halloween/index.html

Posted by on Ottobre 4, 2009 at 7:25 am and tagged ,  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


SAN FRANCESCO

San Francesco d’Assisi, nato Giovanni di Pietro Bernardone (Assisi, 1181 o 1182 – Assisi, 4 ottobre 1226), è stato un religioso italiano. Fondatore dell’ordine mendicante che da lui poi prese il nome, è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Il 4 ottobre ne viene celebrata la memoria liturgica in tutta la Chiesa cattolica (festa in Italia; solennità per la Famiglia francescana). È stato proclamato patrono principale d’Italia il 18 giugno 1939 da papa Pio XII, che lo definì: “Il più italiano dei Santi, il più Santo degli Italiani”.
Conosciuto anche come “il poverello d’Assisi”, la sua tomba è meta di pellegrinaggio per decine di migliaia di devoti ogni anno. La città di Assisi, a motivo del suo illustre cittadino, è stata assunta a simbolo di pace, soprattutto dopo aver ospitato i due grandi incontri tra gli esponenti delle maggiori religioni del mondo, promossi da Giovanni Paolo II nel 1986 e nel 2002.
Oltre all’opera spirituale, Francesco, grazie al Cantico delle creature, è riconosciuto come l’iniziatore della tradizione letteraria italiana.

Altissimu, onnipotente bon Signore,
Tue so’ le laude, la gloria e l’honore et onne benedictione.

Ad Te solo, Altissimo, se konfano,
et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi’ Signore cum tucte le Tue creature,
spetialmente messor lo frate Sole,
lo qual è iorno, et allumeni noi per lui.
Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore:
de Te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si’, mi Signore, per sora Luna e le stelle:
in celu l’ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si’, mi’ Signore, per frate Vento
et per aere et nubilo et sereno et onne tempo,
per lo quale, a le Tue creature dài sustentamento.

Laudato si’, mi’ Signore, per sor Aqua,
la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si’, mi Signore, per frate Focu,
per lo quale ennallumini la nocte:
ed ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si’, mi’ Signore, per sora nostra matre Terra,
la quale ne sustenta et governa,
et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si’, mi Signore, per quelli che perdonano per lo Tuo amore
et sostengono infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke ‘l sosterranno in pace,
ka da Te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si’ mi Signore, per sora nostra Morte corporale,
da la quale nullu homo vivente po’ skappare:
guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali;
beati quelli ke trovarà ne le Tue sanctissime voluntati,
ka la morte secunda no ‘l farrà male.

Laudate et benedicete mi Signore et rengratiate
e serviateli cum grande humilitate

FONTE:http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_d%27Assisi

ALTRI DISEGNI DA COLORARE SU http://www.midisegni.it/

Posted by on Ottobre 4, 2009 at 7:15 am and tagged  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


Poesia e disegni da colorare per l’estate.


ALLA SPIAGGIA- Nico Orengo

Che bello andare sulla spiaggia
dove comincia il mare.
E lì che ci sono alghe da scoprire,
canali da scavare,
conchiglie da ascoltare.

Con la sabbia costruiamo
un castello,
poi la sabbia
si scioglie e il castello
scompare.

Dalla roccia guardiamo le onde,
non sono mai uguali, davanti
al mare anche il tempo scompare.

Con tutto quel blu
un pensiero che sia brutto
non c’è più.

Posted by on Giugno 25, 2009 at 2:50 pm and tagged ,  | Comments & Trackbacks (1) | Permalink


BIGLIETTI PER LA MAMMA O ALTRE OCCASIONI

Posted by on Aprile 23, 2009 at 2:39 am and tagged ,  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


MIRO’ SURREALISTA O NAIF…

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Joan Miró i Ferrà, (Barcellona, 20 aprile 1893 – Palma di Maiorca, 25 dicembre 1983) è stato un pittore, scultore e ceramista spagnolo, esponente del surrealismo.
Joan Miró cominciò a disegnare dall’età di 8 anni e fu uno dei più radicali teorici del surrealismo, al punto che André Breton, fondatore di questa corrente artistica, lo descrisse come “il più surrealista di noi tutti”. Miró sviluppò uno stile surrealista sempre più marcato; in numerosi scritti e interviste espresse il suo disprezzo per la pittura convenzionale e il desiderio di “ucciderla”, “assassinarla” per giungere a nuovi mezzi di espressione.
Nel 1954 Miró vinse il premio per la grafica alla Biennale di Venezia e nel 1958 il Premio Internazionale Guggenheim. In questi anni fece molti viaggi ed esposizioni negli Stati Uniti.
Nel 1978 si dedicò alla scenografia per uno spettacolo teatrale, nonché alla scultura monumentale. Risale a questo periodo la sua celebre scultura Dona i ocell (Donna e uccello), che si trova nel parco Joan Miró a Barcellona.
Per i riconoscimenti in patria Miró dovette attendere gli anni della vecchiaia e la caduta del franchismo: nel 1978 ricevette la Medalla d’Or de la Generalitat de Catalunya; nel 1979 l’Università di Barcellona gli conferì la laurea honoris causa (l’Università di Harvard aveva già provveduto nel 1968); nel 1980 ricevette la medaglia d’oro delle Belle Arti dal re di Spagna Juan Carlos; nel 1981 fu premiato con la medaglia d’oro di Barcellona.

In età avanzata Miró accelerò il suo lavoro, creando ad esempio centinaia di ceramiche, tra cui il Muro della Luna e il Muro del Sole presso l’edificio dell’UNESCO a Parigi. Si dedicò pure a pitture su vetro per esposizione.Negli ultimi anni di vita Miró concepì le sue idee più radicali, interessandosi della scultura gassosa e della pittura quadridimensionale.Joan Miró morì a Maiorca all’età di 90 anni e venne sepolto a Barcellona, nel cimitero di Montjuïc.

DOPO AVER OSSERVATO LE COMPOSIZIONI NOTIAMO IL COLORE :

NON HA SFUMATURE, IL COLORE E’ PIENO , I CONTORNI SONO MARCATI;

PROVIAMO A COLORARE IMITANDO MIRO’.

Posted by on Aprile 23, 2009 at 2:33 am and tagged ,  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


DECORAZIONI PRIMAVERILI

STAMPA ,RITAGLIA E RICOMPONI SEGUENDO LO SCHEMA PROPOSTO,
PUOI USARE UN RAMOSCELLO VERO O RITAGLIARLO SU CARTONCINO MARRONE,
NATURALMENTE DEVI COMPLETARE CON GLI OCCHIETTI;
IN ALTERNATIVA COLORA LO SCHEMA SEGUENDO LA TRACCIA PROPOSTA E RITAGLIA SOLO I FIORI DA INCOLLARE SUL RAMO, MENTRE PUOI USARE UNA BASE COLORATA PER FAR RISALTARE IL TUTTO.

STAMPA, RITAGLIA E ,SEGUENDO LO SCHEMA ,RICOMPONI LE FARFALLE :

UNA IN POSIZIONE FRONTALE, L’ALTRA DI LATO (PER IL CORPO DIMEZZA O PIEGA
LA FORMA INTERA).
SE VUOI CAMBIARE LA FORMA PUOI USARE QUELLA PROPOSTA , BASTA RICAVARE LE FORME NEI COLORI PREFERITI.
IN ALTERNATIVA PUOI COLORARE LE FARFALLE DELLO SCHEMA E RIFINIRE LO SFONDO.

STAMPA, RITAGLIA E RICOMPONI L’OCHETTA E I FIORI, POI COMPLETA CON IL PENNARELLO ALCUNI PARTICOLARI (NERVATURE FOGLIE, OCCHIO …),INFINE
RICOMPONI IL TUTTO SU UNA BASE DI COLORE CONTRASTANTE.

STAMPA, RITAGLIA E RICOMPONI LE PAPERE CHE INNAFFIANO I FIORI SEGUENDO LO SCHEMA PROPOSTO ;

OPPURE ARRICCHISCI USANDO LA STESSA BASE DEL PAPERO E GLI ALTRI PARTICOLARI FORNITI ,DUPLICA A VOLONTA’ I FIORI.

SE VUOI ,PUOI COMUNQUE USARE IL TUTTO PER DECORARE LE FINESTRE.

BUON DIVERTIMENTO!!!
Posted by on Aprile 14, 2009 at 3:42 pm and tagged  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


LAVORETTI PASQUALI

RITAGLIA UN UOVO DAL CARTONCINO (NEL COLORE PREFERITO SE NON GRADISCI IL COLORE PROPOSTO), RITAGLIA E INCOLLA IN ALTO IL FIOCCO, INFINE RICAVA TANTI FIORELLINI DALLA CARTA COLORATA ( NELL’ESEMPIO TROVI TANTE PROPOSTE, PERO’ SARA’ PIU’ ELEGANTE SE SCEGLI FIORI TUTTI UGUALI PER COLORE E GRANDEZZA )

STAMPA , RITAGLIA E ASSEMBLA UN’INSOLITA COLOMBA BLU E GIALLA, DECORA POI INCOLLANDO ALLA BASE I FIORELLINI E L’OCCHIO , ESPONILA NEL TUO ANGOLO PREFERITO.

STAMPA, RITAGLIA E ASSEMBLA IL TERZO UCCELLINO ; RICAVA LA FINESTRELLA SULL’ UOVO E INSERISCILO; RITAGLIA DUE RAMOSCELLI NEL CARTONCINO MARRONE O USA DEI RAMOSCELLI NATURALI , RIFINISCI CON LE FOGLIE ,

I FIORI E GLI ALTRI UCCELLINI,METTI A DIMORA SU UNA BASE CONTRASTANTE O SUI VETRI DELLE FINESTRE.

Posted by on Aprile 14, 2009 at 3:39 pm and tagged  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


Storiella di Pasqua da colorare

-Finalmente è arrivata la Pasqua!- dicevano i bambini mentre si guardavano in giro studiando il modo di vincere la EGG HUNT.
-Io vorrei avere un albero di uova .-sognava la piccola Sara.

Mentre i bambini si organizzavano per il gioco, l’angelo Pasqualino li stava ad osservare e decise di intervenire .

-Ciao bambini, – disse- sapete che EASTER BUNNY ha lavorato tutta la notte per nascondere le uova? Ne aveva talmente tanti da sistemare che ha chiesto aiuto all’amica Bonnie e a suo cugino LITTLE RABBIT ! Quindi cominciate pure la vostra caccia e che vinca il migliore!
Sapete però che ha detto alla chioccia che aveva appena fatto il suo uovo giornaliero?
-Che uovo piccolo! I miei sono grandi e colorati ,oltre ad essere preparati con buonissimo cioccolato , hanno anche la sorpresa e i bambini preferiranno i miei!-

Sicuramente il coniglietto conosce bene i bambini ,infatti Pasquale appena individua un albero pieno di uova studia il metodo per recuperarli e si arma di arco e frecce!

Un metodo sicuro e non pericoloso : non come quello scelto da altri bambini che rischiano di farsi male sporgendosi sui rami dell’albero ,sul quale si sono arrampicati dopo essere saliti uno sulle spalle dell’altro!

-Capisco che siate impazienti di farvi una scorpacciata di uova , ma attenti a non esagerare, che il mal di denti potrebbe essere una delle conseguenze spiacevoli, oltre al mal di pancia!-

-Se poi ancora avete voglia di uova perchè non ritagliate e ricomponete queste?-propose l’angelo

-E ora non mi resta che salutarvi e augurarvi a tutti una serena Pasqua!Ciao bambini!

    

disegni di 123coloring.com testo di marina m.

Posted by on Aprile 9, 2009 at 12:29 pm and tagged ,  | Comments & Trackbacks (1) | Permalink


Disegni da colorare di pulcini e colombe

Fonte religiocando.it, l’angolo di antonella
Posted by on Aprile 6, 2009 at 2:47 pm and tagged  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink


Campane pasquali da colorare e…recitare

Campane di Pasqua
Campane di Pasqua festose
che a gloria quest’oggi cantate,
oh voci vicine e lontane
che Cristo risorto annunciate,
ci dite con voci serene:
“Fratelli, vogliatevi bene!
Tendete la mano al fratello,
aprite la braccia al perdono;
nel giorno del Cristo risorto
ognuno risorga più buono!”
E sopra la terra fiorita,
cantate, oh campane sonore,
ch’è bella, ch’è buona la vita,
se schiude la porta all’amore.
Una campana piccina
Una campana piccina piccina
con la sua voce fresca e argentina
si sveglia all’alba, tutta contenta,
nessuna nuvola più la spaventa.
Dondola, dondola nel cielo blu
e dice a tutti: “Risorto è Gesù!”
E’ Pasqua
“E’ pasqua!”, cantano in coro
mille campane d’oro.
Sulle chiesine, sulle cattedrali,
che dolci trilli, che ricami d’ali!
Bimbi e agnelli giocano tra i fiori.
Una speranza nasce in tutti i cuori.
E tra gli squilli, le corolle e i canti
si sentono più buoni tutti quanti.
Posted by on Marzo 23, 2009 at 11:40 am and tagged ,  | Comments & Trackbacks (0) | Permalink